WAWRINKA SUPERLATIVO

Il numero due di Svizzera gioca un match superlativo contro Andy Roddick, superando in tre rapidi sets e guadagnando i quarti di finale, nei quali affronterà Roger Federer in un derby

Be Sociable, Share!

Melbourne (Australia). E’ uno Stanislas Wawrinka stellare quello che, nell’ultimo match di giornata nella Rod Laver Arena, ha schiantato lo statunitense Andy Roddick con una prova ai limiti della perfezione, imponendosi con il punteggio di 6-3 6-4 6-3 in 2 ore e 22 minuti di gioco, conditi dalla bellezza di 67 (!) colpi vincenti e percentuali ai limiti del credibile. “Sicuramente uno dei migliori match della mia carriera”, ha raccontato Wawrinka. “Battere Roddick in tre set, in questo modo, è fantastico. Ho giocato bene, e fatto tutto nel modo giusto. E’ dall’inizio dell’anno che tutto sta andando per il verso giusto, segno che il tanto allenamento fatto negli scorsi due mesi è servito a qualcosa”. Attualmente “Stan” è l’unico dei qualificati per i quarti di finale a non aver ancora ceduto un set, e martedì sfiderà il connazionale Roger Federer, regalando ai tifosi svizzeri il primo quarto di finale “rossocrociato” dell’era Open.

Wawrinka domina dall’inizio alla fine. L’elvetico ha condotto l’incontro dall’inizio alla fine, senza cali di ritmo e passaggi a vuoto, facendo valere al meglio i tre break (uno per set) conquistati nel corso della sfida. Nella prima frazione il break decisivo di Wawrinka è arrivato nel settimo game, mentre nella seconda sul 4-4. Più agevole invece il parziale decisivo, nel quale Roddick ha perso la battuta sul 1-1, non riuscendo più a recuperare l’agguerrito rivale. “Non ho mai pensato di poter vincere sin dopo l’ultima palla: ero troppo concentrato a tener un ritmo molto elevato – ha proseguito Wawrinka – e inoltre, essendo Roddick un giocatore di altissimo livello, non si può mai sapere cosa può capitare durante l’incontro. Nel corso del torneo è già successo che giocatori saliti a servire per il match poi abbiano perso, e proprio per questo ho cercato di stare molto attento”.

Statistiche da urlo. Per non servendo un numero eccellente di prime palle (49%), il numero due di Svizzera ha messo a segno ben 24 aces (a fronte di due doppi falli), e in tutto l’incontro ha perso tre soli punti con la prima di servizio, aggiudicandosene il 92% con la prima e il 65% con la seconda. Complessivamente, in battuta, ha lasciato allo statunitense la miseria di 17 punti, due in meno dei giochi nei quali è toccato a lui servire, e non ha subito alcun break. Diciannove – come quelli di Roddick – gli errori non forzati (per un saldo di + 48 con i vincenti), e incredibile anche il rendimento nei pressi della rete, zona del campo che l’ha visto aggiudicarsi il punto in 21 delle 24 “discese”. Nonostante non sia bello da dire, pare che l’aver abbandonato moglie e figlia per dedicarsi completamente al tennis abbia giovato non poco al giocatore allenato da Peter Lundgren e, statistiche alla mano, Federer avrà ben poco da stare tranquillo. La versione 2011 del connazionale pare infatti non essere nemmeno lontana parente di quella vecchia, lenta e pesante sul campo, che soffriva il confronto con i big del circuito e nei momenti importanti tremava spesso e volentieri. Ora non più.

Roger avanti 6-1 nei precedenti. Volendo guardare le precedenti sfide fra i due Wawrinka sembrerebbe apparentemente chiuso dallo schiacciante 6-1 di Roger, che vi perse solo nell’edizione 2009 del torneo di Montecarlo, giocando uno dei suoi peggiori match di sempre. Da li in poi quattro successi consecutivi (tre dei quali nel 2010), l’ultimo a Stoccolma, dove Federer ha dovuto per l’unica volta rimontare un set di svantaggio, per poi chiudere 2-6 6-3 6-2. I due si conoscono a menadito e sapranno bene con quali soluzioni tattiche provare a darsi battaglia, ma l’impressione è che, a differenza di tutte le precedenti sfide, Roger dovrà stare molto attento al rivale, apparso nella miglior condizione di sempre. “Sto giocando come non mai – ha concluso “Stan” – e quindi penso che la sfida di martedì sarà sicuramente diversa dalle precedenti. Certo, tutti sappiamo che Roger è attualmente il miglior giocatore di sempre, e quando gioca al massimo è durissimo batterlo; però io ci proverò, cercando di rimanere concentrato sulla mia tattica di gioco”.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Un Commento a “WAWRINKA SUPERLATIVO”

  1. Michele Ryan Brugnara ha detto:

    GRANDISSIMO ARTICOLO SU UN GRANDISSIMO WAWRINKA… che emozione

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.