Articoli marcati con tag ‘Australian Open 2012’


MASHA ACCETTA LA SCONFITTA

“Lei è stata più forte di me”. Queste le parole di Maria Sharapova, che ha dimostrato di aver digerito la sconfitta contro l’Azarenka. “E’ comunque un ottimo inizio di stagione”, ha detto

È VIKA LA NUOVA REGINA

Il tennis femminile dà il benvenuto ad una nuova regina, Victoria Azarenka, che grazie al successo ottenuto su Maria Sharapova nella finale dell’Australian Open, diventa la nuova numero 1 del mondo

DJOKOVIC SUPERA MURRAY

Novak Djokovic raggiunge la finale grazie ad un successo pazzesco su Andy Murray, al termine di una lotta di 5 set durata quasi 5 ore. Resta solo Nadal tra il numero 1 del mondo ed il titolo australiano

LA CALMA DI VIKA

Victoria Azarenka si prepara per la sua prima finale di una prova dello Slam in carriera. Di fronte a lei ci sarà la Sharapova, che la bielorussa ha già sconfitto in due finali. Ma stavolta in palio c’è anche il n.1…

DOPPIO INFRANTO

Nell’atto conclusivo della finale di doppio femminile, Sara Errani e Roberta Vinci si arrendono a Svetlana Kuznestova e Vera Zvonareva. Le russe, molto più concrete, alla fine portano a casa il titolo delgi Australian open 2012 con il punteggio di 5-7 6-4 6-3

NON SOLO DJOKOVIC-MURRAY

La seconda semifinale maschile nella sessione serale. Nel pomeriggio le italiane Errani-Vinci sfidano Kuznetsova-Zvonareva per il titolo del doppio femminile

SHARAPOVA IN FINALE, RAGGIUNTA VIKA

Nella seconda semifinale dell’Australian Open 2012, è Maria Sharapova a trionfare. Superata Petra Kvitova per 6-2 3-6 6-4. In finale la russa se la vedrà con Victoria Azarenka

VIKA DETRONIZZA KIM

Victoria Azarenka raggiunge a Melbourne la prima finale Slam della carriera. Kim Clijsters deve arrendersi in tre set. Riviviamo la cronaca live del match

IL PIU’ GRANDE SPETTACOLO…

…prima del week-end. Clijsters-Azarenka e Sharapova-Kvitova le semifinali femminili, Federer-Nadal quella maschile

NOVAK RESPIRA PROFONDO

Il primo traguardo dell’anno è a poco più di un passo, ma ora di fronte c’è Murray. Lo scozzese ha una certa voglia di riscatto e allora bisogna riflettere bene, per poi colpire a fondo